facebook analytics metriche analisi campagne social

Facebook Analytics: cronaca di una morte annunciata

Se c’è una deadline che sta mettendo in agitazione i marketers di tutto il mondo, quella è senza dubbio il prossimo 30 Giugno 2021. Perché? Presto detto. Dopo quella data Facebook Analytics non sarà più disponibile.

Dal momento che si tratta dello strumento principale attraverso cui poter monitorare i dati relativi alle conversioni delle campagne sul social blu, è comprensibile il panico che si è diffuso tra gli addetti ai lavori.

“A partire dal 30 giugno 2021, Facebook Analytics non sarà più disponibile. Fino a quella data, potrai ancora accedere ai report, esportare grafici e tabelle e analizzare i dati statistici. Per esportare i dati in un file CSV da Facebook Analytics sul tuo computer, clicca sulla freccia nell'angolo in alto a destra di ciascun grafico o tabella.” E’ questo il messaggio che si legge entrando nell’Help Center del Business Manager.

Le possibili alternative ad Analytics suggerite da Facebook

Al momento Mark non ha indicato alcune motivazione alla base di questa scelta.
La società ha però indicato alcuni strumenti da poter utilizzare per rimpiazzare Analytics, anche se non si tratta a nostro avviso di alternative vere e proprie.

Vediamo quali sono:
    • Facebook Business Suite: consente di gestire i tuoi account aziendali di Facebook e Instagram e può mostrarti dati statistici dettagliati sul pubblico, i contenuti e le tendenze.
    • Ads Manager: permette di visualizzare, modificare e vedere i risultati di tutte le tue campagne Facebook, i gruppi di inserzioni e le inserzioni singole.
    • Events Manager: è lo strumento con cui poter configurare e gestire i tool di Facebook Business, come il pixel di Facebook e l'API Conversions, e monitorare le azioni intraprese su uno specifico sito web.


L’idea suggerita da Facebook è quella di combinare insieme questi tre strumenti per ottenere pressapoco gli stessi insights forniti da Facebook Analytics

 

Le motivazioni sull’eliminazione del tool di analisi

Secondo alcuni rumors, la decisione sull’eliminazione di Analytics è da ricondurre al fatto che sempre più aziende preferiscono utilizzare strumenti di terze parti per le loro analisi, come Amplitude o Mixpanel al posto di di Facebook Analytics.

Secondo altri, si tratta di una risposta ad Apple che è in grado di disattivare il monitoraggio dettagliato dei dati per i suoi utenti per impostazione predefinita.

La teoria più accreditata è che Analytics venga soppresso per via delle leggi sulla privacy di Internet e delle normative sul tracciamento dei dati che rendono il monitoraggio delle conversioni sui siti web sempre più difficili.

Quello che è certo è che i professionisti del marketing dovranno fare affidamento su dati proprietari e su un mix di tool per avere una completa analisi delle proprie campagne.

Insomma, rimbocchiamoci le maniche!